Vico Calabrò

“Quando nel gennaio del 1969 entrai per la prima volta nella Stamperia di Ottorino e Giuliano Busato a Vicenza, mi resi conto di aver trovato l’ambiente ideale per la realizzazione dei miei propositi in campo grafico.

La mia ricerca di un laboratorio di stampa d’arte durava da tempo e i vari contatti furono poco promettenti: Tizio mi dava soltanto indicazioni teoriche al ristorante dove i camerieri lo chiamavano maestro e Caio partiva dalla tecnologia dei metalli e dalla chimica dei mordenti per arrivare a verniciare una lastra in capo a due mesi.

Finchè un giorno un editore padovano mi indicò la strada dei Busato, i quali, padre Ottorino e figlio Giuliano, mi fecero entrare in “bottega” per indicarmi le attrezzature e subito mi diedero la possibilità di lavorare liberamente. Infatti, benchè fossi giunto a tarda ora, ci fermammo fino a notte e la mattina seguente ebbi in mano, con comprensibile emozione, la mia prima stampa.

Capii allora che l’insegnamento e l’aiuto possiamo ottenerli soltanto da chi conosce il proprio lavoro per lunga esperienza, da chi lo pratica con assiduità e ce lo presenta con naturalezza. Ottorino e Giuliano mi offrirono tutto, assieme ad una carica di entusiasmo che elettrizzava l’ambiente intero e stimolava all’impegno.

Impegno che oggi continuo con la collaborazione di Giancarlo, che ha saputo tramandare la passione del nonno e del papà.”